.
Annunci online

rip
Minimi cenni sui massimi sistemi


Diario


28 maggio 2011

One of us must know /123

«Nel mondo e’ difficile avere un’idea adeguata delle tante anomalie che contraddistinguono la situazione italiana»

Sandro Bondi, 27 maggio 2011


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Sandro Bondi

permalink | inviato da rip il 28/5/2011 alle 15:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


28 maggio 2011

Non tutti gli effetti serra vengono per nuocere



Una equipe di scienziati ha scoperto come ottenere aria frizzante: basta addizionarla di anidride carbonica.


27 maggio 2011

Mr. Wolf



Trovata la soluzione per abbassare i toni: il bemolle


26 maggio 2011

Manca solo Giuliano Ferrara







Passi Berlusconi, passi Gigi D'Alessio, ma se ci si mette pure Sgarbi per la Moratti si fa durissima.


25 maggio 2011

Puntualizzazioni



Scritte
omofobe alla Bocconi: «I froci si curano a Zyklon B». I vertici dell'ateneo lombardo prendono le distanze: «La cura è sempre il mercato».


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Mercatismo Bocconi Omofobia padroni del vapore

permalink | inviato da rip il 25/5/2011 alle 16:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


23 maggio 2011

Sperimentare con metodo



Secondo il
Rapporto Annuale dell'Istat, riferisce il Corriere, circa un quarto degli italiani «sperimenta il rischio di povertà o di esclusione sociale». Scritto così, sembra che lo facciano per mettersi alla prova.


20 maggio 2011

Capri espiatori



George Clooney vorrebbe
lasciare Elisabetta Canalis, ma sarebbe indeciso sul modo. Provi ad accusare Pisapia.


19 maggio 2011

Un bel tacer



Continua il
silenzio di Berlusconi. Preoccupato lo staff di Pisapia.


18 maggio 2011

Mordersi la lingua



Daniela Santanchè ribatte al fuoco amico: «Cos'è questo coro di critiche? Siamo una banda di cosa?». Se potessi permettermi un avvocato risponderei volentieri.


17 maggio 2011

Han perso tutti, soprattutto il PD


Se persino la fanzine di casa Berlusconi parla di sconfitta senza mezzi termini, anzi addirittura di "crisi", uno si aspetterebbe che il quotidiano "istituzionale" per eccellenza, il Corriere della Sera, non usasse ardite perifrasi e spericolati giochi di parole per raccontare la sconfitta dei partiti attualmente in maggioranza al Parlamento. E in effetti non è così, per un motivo semplice: la sconfitta è, in realtà, quella del PD. Vincono solo Grillo e la sinistra estremista (o "radicale", che fa più paura ai bambini).
Certo, nelle pagine più interne non si possono nascondere i dati, ma nelle prime, le più lette, si leggono solo vaneggiamenti.
Cominciamo dall'editoriale di Massimo Franco: non può tacere la sconfitta di Berlusconi (anche il titolo è eloquente, "Lo schiaffo"), però spiega che il responso delle urne non è «univoco nel presentare un’alternativa di governo: a meno che, in prospettiva, si ritenga davvero che l’Italia possa essere guidata da una sinistra dominata dagli eredi di Rifondazione comunista, dall’Idv e dai "grillini"».
Sempre in prima pagina trova spazio l'opinione di Cazzullo, dall'eloquente titolo "L'ipoteca della Sinistra radicale" (ecco, appunto, radicale). Si spiega al lettore che «in realtà, il Partito democratico ottiene un risultato buono nella sua roccaforte di Torino e discreto in quella di Bologna. Ma a Milano è in testa un esponente del partito che fu di Bertinotti ed è di Vendola.». Vero, però il PD a Milano - basta controllare - è il secondo partito, staccato dal PdL dello 0,11% (meno di 700 voti), e tra le altre liste collegate a Pisapia solo SEL sfiora il 5%. Il Terzo Polo, che tanto piace agli amici di Confindustria, ottiene un risultato ridicolo ma è citato solo per invitare il PD a non «trascurare il dialogo».
Ma il Corriere non può affidarsi solo ai propri dipendenti: e allora perchè non chiedere un'illuminante opinione a
Cacciari e Chiamparino? Il primo, schierato per il candidato Palmeri, spiega al centrosinistra che il ballottaggio è una sconfitta, perchè avrebbe potuto vincere al primo turno. Come? «Il nome perfetto sarebbe stato Gabriele Albertini, con una coalizione formata da Pd, Nuovo polo e la lista civica a suo nome. Questa squadra sarebbe stata la Waterloo del centrodestra», invece si è riproposto il modello dell'Ulivo, il che significa «votarsi a una sonora sconfitta». Perchè? Cacciari è filosofo, se non ci arriviamo da soli è perchè siamo troppo stupidi - soprattutto il PD, della cui intelligenza, dice, «non faccio che dubitare». L'ex sindaco di Torino, invece, minaccia di dedicarsi alla costruzione di «un partito che sia tale». Sembra quasi un messaggio trasversale alla dirigenza del PD.
Insomma, non saranno i tempi di Franco di Bella ma al Corriere sembrano non essersi arresi: prima o poi si accorgeranno che, comunque decidano di girarli, i risultati di ieri continueranno a saper di
culo.




permalink | inviato da rip il 17/5/2011 alle 13:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
sfoglia     aprile   <<  1 | 2  >>   giugno
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
Politica
Musica
Stuff
Notizie varie
Olimpia Milano - Quaderni Biancorossi
Idee per una carriera soddisfacente
One of us must know
Libri
La canzone del giorno

VAI A VEDERE

Paul's Tune
Marco Travaglio
Wastin' time
Tanto pe' ccantà
Ridere ridere ridere ancora
Franco Rossi
Trasferimenti galattici
Lega Basket
Il Corriere della Sera
Quel che resta di Cuore
Daniele Luttazzi
Io e l'Olimpia
Pianeta Olimpia


 

Questo blog vuole essere la risposta italiana a una domanda che nessuno ha posto. Risposta che ovviamente non va cercata fuori da sè, perchè la risposta è in ognuno di noi. E però, come ci ricorda il saggio Corrado Guzzanti, è sbagliata.


Disclaimer: nonostante vengano propugnate idee terroristiche,
questo blog non è affiliato ad Al Qaeda. Inoltre, per sicurezza, quieto vivere, pigrizia, snobismo e, forse, perfettismo, non aderisce a nulla. La BVA è un'eccezione.



Scegli la tua carriera soddisfacente
 

Letture più recenti


L. Grimaldi - L. Scalettari
1994


L. Sciascia
L'affaire Moro



S. Flamigni
  Convergenze parallele

 


Per qualsiasi evenienza...

Io li leggo

Alice (non in Chains)
Da sinistra

La prospettiva emiliana

Arciprete

Chiedilo al Dr. Van Harper

Repubblica delle Banane

Malvino

Conte Ugolino

Pubblica Amministrazione?

Galatea's world
Verso il massacro
Mikecas
Visto dal Canada

La tana della piccola iena
O' munaciell
Bp
Laico, quindi laicista

Cronache nostrane
Stronza. Ma perfetta
Ora, subito, adesso
Dolci Inganni
Un gonnellino dal futuro
A/R
La donna che la destra ci invidia (cit.)

Costruttivo

Convivenze
Nic
Aronne
P.B.
Valmadlene

Super C
Stile libero

Haccacizeta
Ad limina
Inserire nome del blog
Carta elettronica
E219
Irene...rene...ene...ne...e...
Litsius

Tess
Mk
Martenot-neon
Coffeeaholic

Una camminata londinese

Wallander

Candide
Da Gotham City
Di mattina
Brigante
Flash
Esperimento
Adx
Vulvia
Doppio Re
Nata in miniera?
Lady M.

Lui è Gians
Altro che la torre storta...
IlMa.Le
Invarchi
Jaime
Piove a dirotto
400 colpi. Di spazzola?
Familismo amorale
Qui niente nebbia
In..numerabile
Cristian
Diego
Ready to go
Mirabaud
Colazione non da Tiffany
Quarta di copertina
Kataklismi
A mano libera
Ramone
Gypsy Queen
(H)2G
Se proprio non ce la fai più...
Osteria dei Satiri
Poldone
Una tragedia
Excalibur
Il Lofa
Machiavellicoz

Per un'Olimpia migliore

>
Heracleum blog & web tools

CERCA