Blog: http://rip.ilcannocchiale.it

Pulpiti



Vittorio Messori bacchetta la dietrologia: «La gente non crede più al diavolo ma ai diavoli. L'ossessione complottista, la ricerca ossessiva di chi sta dietro è un modo per compensare il bisogno istintivo di attribuire il male a qualcuno». Suona ragionevole, dalla bocca di uno che crede che una gamba amputata possa ricrescere.


Per lo meno, poteva citare Chesterton: «Chi non crede in Dio non è vero che non crede in niente perché comincia a credere a tutto». Resta una cazzata, ma almeno è detta bene.

Pubblicato il 21/11/2011 alle 9.50 nella rubrica Stuff.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web